International Market

daniela.santroni | settembre 9th, 2014 - 11:58

INTERNATIONAL MARKET

L’evento finale di – Civil-MENTE

I giovani, l’Europa, la multiculturalità

Mostre, Incontri, Rassegna Film

Mini-guida gratuita della città di Pescara per fuori sede e stranieri

11 – 18 settembre 2014

Museo Vittoria Colonna – Via Gramsci – Pescara

Tutti i giorni dalle 18.00 alle 21.00

Ingresso libero

Programma

Tutti i giorni mostra espositiva i giovani, l’Europa, la multiculturalità:

expò dei prodotti realizzati dai giovani partecipanti ai progetti Civil-MENTE e Wonderlands Discover, Identità in Movimento e distribuzione Mini-guida gratuita della città di Pescara per fuori sede e stranieri

Giovedì 11 settembre – h 19.00

WONDERLANDS di Ankara e dintorni

Presentazione itinerari culturali a cura dei giovani dell’ass. AYA di Ankara

Prog. UE Youth In Action – Wonderlands Discover

Venerdì 12 settembre – h 19.00

WONDERLANDS d’Abruzzo

Presentazione itinerari culturali a cura dei giovani dell’ass. Movimentazioni di Pescara

Prog. UE Youth In Action – Wonderlands Discover

Sabato 13 settembre – h 19.00

Rassegna Civil-MENTE


IL SOLE DENTRO di Paolo Bianchini con Angela Finocchiaro, Giobbe Covatta, Francesco Salvi, Drammatico, Italia, 2012, 100’

Trama: 1999. Yaguine e Fodé, due adolescenti della Guinea, decidono di scrivere una lettera “Alle loro Eccellenze i membri e responsabili dell’Europa” per descrivere la condizione dei bambini nel loro Paese e chiedere aiuto. Vogliono però consegnarla personalmente e, per far ciò, si nascondono nel vano carrello di un aereo che ha Bruxelles come destinazione. 2009. Thabo, ragazzino prelevato dal suo villaggio guineiano come possibile promessa del calcio, viene abbandonato in mezzo a una strada perché ritenuto non sufficientemente dotato. Il compagno di allenamenti Rocco lo rintraccia e inizia con lui un avventuroso viaggio verso N’Dola il luogo in cui Thoba ha la sua famiglia.

Perché vederlo:   La vicenda di Yaguine e Fodé potrebbe apparire come il parto di uno sceneggiatore ricco di fantasia e invece è accaduta realmente ed ha costituito l’innesco per questo film che è stato girato nelle location reali utilizzando in Africa (caso più unico che raro) maestranze locali. Questo film andrebbe proiettato in tutte le scuole non per commuovere (non è questo l’obiettivo) ma per far riflettere le nostre generazioni, talvolta preda delle sirene del consumismo, su ciò che conta veramente

Domenica 14 settembre – h 19.00

Rassegna Civil-MENTE


LA NAVE DOLCE di Daniele Vicari con Eva Karafili, Agron Sula, Kledi Kadiu, Docufiction, Italia, 2012, 90’

Trama: L’8 Agosto 1991 una nave albanese, carica di ventimila persone, giunge nel porto di Bari. La nave si chiama Vlora. A chi la guarda avvicinarsi appare come un formicaio brulicante, un groviglio indistinto di corpi aggrappati gli uni agli altri. Le operazioni di attracco sono difficili, qualcuno si butta in mare per raggiungere la terraferma a nuoto, molti urlano in coro “Italia, Italia” facendo il segno di vittoria con le dita.
La Vlora è un vecchio e malandato mercantile costruito all’inizio degli Anni Sessanta a Genova. Il 7 agosto 1991 la nave, di ritorno da Cuba, arriva al porto di Durazzo. Sono in corso le operazioni di scarico quando una folla enorme di migliaia di persone assale improvvisamente il mercantile, costringendo il capitano Halim Malaqi a fare rotta verso l’Italia. Sono passati ventun’anni da quel giorno. La maggior parte di coloro che salirono sulla nave, carica di zucchero, vennero rispediti in Albania ma gli sbarchi continuarono e qualcuno tentò ancora la traversata. All’epoca sul territorio nazionale erano presenti poco più di 300.000 stranieri. Oggi, in Italia, ne vivono quattro milioni e mezzo.

Perché vederlo: A distanza di diciotto anni Daniele Vicari ci ripropone le immagini documentarie di quel viaggio della speranza trasformandole in una narrazione condotta da chi su quella nave c’era. Il materiale utilizzato non può essere definito ‘di repertorio’ perché Vicari si è trovato di fronte a centinaia di ore di girato mai utilizzato da parte di televisioni private dell’epoca. Si tratta di un viaggio nel tempo che trasforma la massa apparentemente minacciosa appollaiata ovunque sulla in uomini, donne, bambini. Ognuno con la propria storia.

Lunedì 15 settembre – h 19.00

Rassegna Civil-MENTE


COSA PIOVE DAL CIELO? di Sebastián Borensztein con Ricardo Darín, Huang Sheng Huang, Muriel Santa Ana, Commedia, Argentina, 2011, 93’

Trama: Roberto è un proprietario di un negozio di ferramenta a Buenos Aires. Nella sua vita, ogni giorno è meticolosamente uguale all’altro e di questa routine ha fatto una rude corazza per restare isolato dal mondo esterno e dalle assurde richieste della sua clientela. Unici capricci di questa burbera esistenza sono la costante ricerca di notizie bizzarre e incredibili sui quotidiani mondiali e le visite di Mari, un’amica di campagna da sempre innamorata di lui. Un giorno, proprio di fronte al suo negozio, viene scaraventato fuori da un taxi un giovane cinese. Il ragazzo non parla una parola di spagnolo ma ha un indirizzo scritto sul braccio che li porta a un alimentari un tempo gestito da suo zio. Roberto chiede allora aiuto all’ambasciata cinese, dove gli annunciano che per tutto il tempo necessario a ritrovare lo zio disperso, il giovane resterà sotto la sua tutela.

Perché vederlo: Cosa piove dal cielo? si presenta come un classico “Canto di Natale” dickensiano contaminato dalla comicità da cartoon. Il protagonista Roberto è infatti un moderno Scrooge pronto a redimersi non di fronte alle visite dei fantasmi natalizi ma di quella altrettanto fantasmatica di un ragazzo cinese sopravvissuto a una mucca caduta dal cielo. Borensztein lascia tutto in balia di qualche esilarante paradosso e nelle mani e nel volto rugoso di Ricardo Darín. Fra i due è senza dubbio lo straordinario misantropo ad elevare il film dall’essere qualcosa di più di una simpatica boutade dalle velleità surrealiste.

Martedì 16 settembre – 18.30

Incontro di presentazione dei risultati dei progetti del Comune di Pescara sulla sicurezza e la legalità con tutte le associazioni partner coinvolte.

Saranno presenti: Mario Mazzocca Assessore Regione Abruzzo all’Associazionismo Territoriale; Veronica Teodoro, Assessore Comune di Pescara alle Politiche Giovanili; Giovanni Di Iacovo, Assessore Comune di Pescara alla Cultura; Giuliano Diodati, Assessore Comune di Pescara alle Politche Sociali.

Mercoledì 17 settembre – h 19.00

Rassegna Civil-MENTE


LA MIA CLASSE di Daniele Gaglianone con Valerio Mastandrea, Bassirou Ballde, Mamon Bhuiyan, Gregorio Cabral, Docufiction, Italia, 2013, 92’

Trama: Un attore impersona un maestro che dà lezioni a una classe di stranieri che mettono in scena se stessi. Sono extracomunitari che vogliono imparare l’italiano, per avere il permesso di soggiorno, per integrarsi, per vivere in Italia. Arrivano da diversi luoghi del mondo e ciascuno porta in classe il proprio mondo. Ma durante le riprese accade un fatto per cui la realtà prende il sopravvento. Il regista dà lo “stop”, ma l’intera troupe entra in campo: ora tutti diventano attori di un’unica vera storia, in un unico film di “vera finzione”: La mia classe.

Perché vederlo: È un film che può spiazzare più di uno spettatore quello che Daniele Gaglianone ha deciso di dedicare al sempre più complesso tema dell’integrazione dei cosiddetti extra-comunitari. Perché sin dall’inizio, quando vediamo ‘microfonare’ (come si dice in gergo) gli studenti del corso veniamo volutamente disorientati. Gaglianone ha deciso di puntare tutto su questo doppio registro quasi ci volesse ricordare da un lato l’impotenza del cinema nell’affrontare e risolvere problematiche che lo superano e dall’altro la necessità, per chi il cinema lo fa, di non sottrarsi mai alla realtà per rifugiarsi in un mondo in cui l’autoreferenzialità rischia di fagocitare tutto.

Giovedì 18 settembre – h 18.30

Presentazione dei risultati del progetto Civil-MENTE:

WELCOME Miniguida per i giovani fuori sede e stranieri e prodotti delle scuole superiori di Pescara: Liceo Da Vinci, Liceo Galilei, Liceo Misticoni/Bellisario

Partecipano: le associazioni partner Ass. Movimentazioni – Coop. Strada Facendo – Ass. Cled e il Sindaco di Pescara Marco Alessandrini

E’ possibile visitare la Mostra anche negli orari di apertura del Museo.

Info:

Associazione MOVIMENTAZIONI – Via Quarto dei Mille, 27/29 – 65129 – Pescara

tel. 085 4429521 fax 085 2909363 – e-mail: movimentazioni_pe@email.it

Il progetto Civil-MENTE è un progetto del Comune di Pescara cofinanziato dal Programma Attuativo Regionale del Fondo per le Aree Sottoutilizzate PAR FAS (o FSC) Abruzzo 2007-2013 linea di azione V.3.1.b. I soggetti attuatori sono: Ass. Movimentazioni, Coop. Strada Facendo e Ass. Cled.

 

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.