IRF 2011 … come è andata vol 2

daniela.santroni | luglio 14th, 2011 - 15:51
L´INDIEROCKET FESTIVAL VINCE LA SFIDA … almeno a metà!
Oltre duemila spettatori in occasione della due giorni di Festival e degli after party
Nonostante il maltempo che ha costretto l´organizzazione a posticipare la seconda serata
Alla sua prova nella nuova location del Parco Le Naiadi e per la prima volta con ingresso a pagamento, l’IndieRocket Festival, che quest´anno ha celebrato la sua ottava edizione, chiude con un bilancio positivo.
Sono stati oltre duemila gli spettatori che hanno raggiunto il Parco Le Naiadi in occasione delle due serate di venerdì primo luglio e di domenica tre luglio – quando si sono esibite le band previste inizialmente per il due luglio, serata rinviata a causa del maltempo. Oltre agli after party organizzati presso lo stabilimento La Lampara, proprio di fronte al Parco le Naiadi.
Il Festival quest´anno si è tenuto grazie all´organizzazione che si è impegnata a coprire le spese. Fondamentale quindi l´apporto del pubblico che ne ha premiato gli sforzi e che ha riconosciuto la portata di un evento che ormai si caratterizza da anni come appuntamento imperdibile dell’estate per gli amanti della scena musicale indipendente ed alternativa. Un pubblico proveniente anche da fuori regione.
Un pubblico che dimostra di apprezzare le scelte artistiche e che supporta un Festival con una dimensione internazionale ribadita anche quest’anno. Si sono alternati sul palco gruppi provenienti da: Italia, Inghilterra, Svizzera, Stati Uniti, Canada. Con date uniche in Italia, peraltro.
L´organizzazione e la direzione artistica sono dell’Associazione Culturale SkyLine Lab e di Clap Dance Promotion.
Oltre alla musica, cuore pulsante dell’evento, il Festival come da tradizione ha arricchito la sua proposta con stand gastronomiciallestimenti, libreria ed attività collaterali, dal tardo pomeriggio fino alla chiusura.
ALCUNE PRECISAZIONI IMPORTANTI: UNA SFIDA VINTA SOLO A META’.

Sentiamo l’esigenza di tornare ancora una volta sull’andamento dell’edizione 2011 dell’IndieRocketFestival poichè nell’aria c’è sentore di equivoco, e dunque si impongono alcune precisazioni.

Nei giorni scorsi abbiamo sostenuto che il festival è andato bene, e lo ribadiamo anche in questa sede: un’affluenza di oltre duemila spettatori paganti nelle due serate è un risultato lusinghiero per un bacino d’utenza come quello del comprensorio pescarese, soprattutto in considerazione del forte maltempo che ha costretto a rinviare la seconda serata a Domenica 3 Luglio (recuperando quindi lo spettacolo, certo, ma costringendo a rinunciare agli indubbi benefit storicamente legati al sabato sera, ). E’ per questo che sulla stampa -in particolare in rete- è stato a ragione affermato che “l’IRF 2011 ha vinto la sua sfida”.

Ma qual’era esattamente questa sfida, a pensarci bene?

Semplicemente quella di riuscire anche soltanto a realizzarlo, il festival: come molti sanno infatti, quest’anno la giunta comunale di Pescara non ha mai risposto alla richiesta formale di utilizzo della location (il parco dell’ex caserma Di Cocco) e di erogazione di un finanziamento che negli anni passati era riuscito a coprire fino al 40% dei costi complessivi della manifestazione. Ciò ha implicato un notevolissimo aggravio di costi, in primo luogo per la necessità di reperire uno spazio privato a noleggio, in secondo luogo appunto per l’assenza di finanziamento pubblico di qualunque entità: e il tutto per giunta ha imposto l’introduzione di un biglietto di ingresso. In una simile situazione di partenza l’ipotesi di non riuscire ad arrivare nemmeno a mettere in piedi la manifestazione era tutt’altro che campata in aria, mentre alla fine ci si è arrivati comunque, ma a quale prezzo?

Ecco dove sta sorgendo l’equivoco: l’indubbia riuscita dell’IndieRocketFestival 2011 sotto il profilo artistico/logistico/tecnico/organizzativo -e soprattutto la favorevole risposta di pubblico- potrebbero trarre in inganno, e indurre facilmente a ritenere che il successo sia stato anche economico. Ebbene, per sgombrare subito il campo da ogni fraintendimento, è opportuno che si sappia che l’intera manifestazione ha avuto un costo complessivo di circa 30.000 euro -ottenuto anche grazie a consistenti tagli sulle spese e sconti praticati dai fornitori di fiducia – a fronte di un rientro di circa 21.000 (comprendenti non solo biglietti e abbonamenti, ma anche sponsorizzazioni private e una piccola percentuale degli incassi del bar). In poche parole, vincere questa “sfida” è costato molto caro, circa 9.000 euro per la precisione, cifra che ricadrà interamente sulle spalle dell’organizzazione: le associazioni “Skyline Lab” e “Movimentazioni” e l’agenzia di promozione “Clap Dance”, che saranno liete di discutere i dettagli dei costi con i più scettici.

All’atto pratico dunque, un evento apparentemente riuscitissimo sotto ogni punto di vista nasconde in realtà un pesante passivo economico, che sarebbe potuto essere evitato con il doveroso intervento delle istituzioni. Nel frattempo la giunta comunale ha deliberato uno stanziamento di circa 144.000 euro -di denaro pubblico, naturalmente- per la “realizzazione di impianti sportivi” proprio all’ex caserma Di Cocco, introducendo circa 2000 mq di cemento e infrastrutture assortite in un parco pubblico cittadino riqualificato solo pochi anni orsono.

Ora sapete che purtroppo partecipare all’IRF 2011 non è stato sufficiente …

Grazie davvero a tutti per essere intervenuti, grazie per il sostegno, il calore e la passione con la quale ci avete seguito, oltre 2000 presenze sono un dato per noi importante da cui ripartire

non ci fermerà il disavanzo economico
… per cui eccovi le nostre iniziative di sostegno!

Lotteria dell’Indierocket: Costo del biglietto 2,50 euro

1° premio – Week-end per due persone in una capitale europea
2° premio – Abbonamento trimestrale alle Piscine Le Naiadi
3° premio – Viaggio per una persona con Movimentazioni on tour
4° premio – Buono libri 100,00 euro Book Caffé Primo Moroni
5° premio – Cena per due persone a Vini e Oli

Feste con ingresso a sottoscrizione di un biglietto della lotteria 2,50 euro :
MERCOLEDI’ 27 LUGLIO – LAMPARA
VENERDI’ 5 AGOSTO – ZARA
VENERDI’ 26 AGOSTO – SPARTA
VENERDI’ 2 SETTEMBRE – NAIADI

E speriamo che vincano la sfida al 100%, così ci vedremo tutti alla nona edizione dell’IndieRocketFestival nel 2012.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.