Impredibili maggio

admin | maggio 8th, 2010 - 11:40

Loc_Maggio-2010RASSEGNA IMPERDIBILI – CINEMA S. ANDREA
h 16.40 / 18.40 / 21.15

Ingresso: 5,00 euro
Ingresso soci: 4,00 euro
Abbonamento soci: 12,00 euro
Tessera 2010: 5,00 euro

Merenda: offriamo a tutti i nostri spettatori thé del commercio
equo e solidale e torte caserecce!

Per il programma dettagliato clicca su read more …

la-locandina-italiana-di-nord-147043LUNEDI’ 3 MAGGIO – NORD

NORD è un film di Rune Denstad Langlo del 2008, con Anders Baasmo Christiansen, Kyrre Hellum, Marte Aunemo, Mads Sjøgård Pettersen, Lars Olsen, Astrid Solhaug, Even Vesterhus, Ragnhild Vannebo, Celine Engebrigtsen, Ole Dalen. Prodotto in Norvegia. Durata: 78 minuti. Distribuito in Italia dalla Sacher di Nanni Moretti. Commedia – road-movie.
LA TRAMA: In seguito a un esaurimento nervoso l’ex campione di sci Jomar Henriksen trova un lavoro come controllore delle piste. Dal momento che lo sci non riveste più alcun interesse per lui, l’uomo comincia a non svolgere più il lavoro in modo scupoloso e passa la maggior parte del tempo a fumare, bere e trascurare i propri doveri. Il ritorno di un vecchio amico diventa l’occasione per intraprendere una nuova esistenza nel nord del paese, dove vive il figlio dell’amico. Così Jomar decide di prendere la sua slitta, caricarvi sopra cinque litri di alcool e abbandonare il lavoro.
PERCHE’ VEDERLO: Per seguire i protagonisti di un road movie ai limiti dell’estremo nord in Norvegia, un viaggio che si compie tra bufere di neve alla ricerca della propria identità. Per farsi catturare dalle suggestive immagini delle distese artiche e lasciarsi travolgere dalla semplicità disarmante dell’esistenza e delle emozioni umane.

la-locandina-italiana-di-revanche-148102LUNEDI’ 20 MAGGIO – REVENCHE – TI UCCIDERO’
REVANCHE – Ti ucciderò è un film di Götz Spielmann del 2008, con Johannes Krisch, Irina Potapenko, Andreas Lust, Ursula Strauss, Johannes Thanheiser, Hanno Pöschl, Magdalena Kropiunig, Toni Slama, Elisabetha Pejcinoska, Aniko Bärkanyi. Prodotto in Austria. Durata: 121 minuti. Distribuito in Italia da Fandango.
LA TRAMA: L’ex criminale Alex e la sua fidanzata, la prostituta Tamara cercano disperatamente di sfuggire all’ambiente corrotto in cui vivono a Vienna, ma per farlo hanno bisogno di molti soldi. Alex ha un piano: rapinare una banca in un paesino di campagna. Tamara insiste per andare con lui e il ragazzo acconsente con riluttanza. Tutto va esattamente come previsto finché si avvicina Robert, un poliziotto felicemente sposato che vive in una fattoria vicino. L’uomo spara dei colpi alla macchina in fuga. Un proiettile colpisce la ragazza. Sopraffatto dalla disperazione, Alex abbandona il cadavere in una foresta e si nasconde nella fattoria desolata del nonno, al limitare della foresta. Silenzioso e introverso, Alex comincia a tagliare legna da ardere, preparando le scorte per l’inverno che si avvicina. Consumato dal dolore della sua perdita, nutre rancore verso il responsabile della morte di Tamara. Intanto Robert si ritira nei pressi di un lago per cercare di elaborare quanto è accaduto. Alex comincia a spiarlo, a seguire ogni suo gesto quotidiano e un giorno incontra Susanne, sua moglie.
PERCHE’ VEDERLO:
Per gli amanti dei noir geometrici in cui la realtà disumana, dura e spietata, si contorce nell’assenza del riscatto, e riflette i turbamenti psicologici dei suoi cupi protagonisti.

la-locandina-italiana-di-simon-konianski-151876LUNEDI’ 17 MAGGIO – SIMON KONIANSKI

SIMON KONIANSKI è un film di Micha Wald del 2009, con Jonathan Zaccaï, Popeck, Abraham Leber, Irène Herz, Nassim Ben Abdeloumen, Marta Domingo, Ivan Fox, David Bass, Nassim Ben Abdelmoumen, Wlodzimierz Brodecki. Prodotto in Belgio, Canada, Francia. Durata: 100 minuti. Distribuito in Italia da Fandango.
LA TRAMA: A 35 anni suonati e dopo essere stato lasciato dalla madre di suo figlio, una danzatrice goy, Simon, eterno adolescente, torna a vivere con suo padre Ernest, reduce dai lager. I due si rendono la vita impossibile, ma quando suo padre muore, Simon decide di esaudire le sue ultime volontà: essere sepolto nel villaggio in cui è nato. Ne scaturisce un road movie inedito in cui Simon, insieme al figlioletto, copre un tracciato picaresco e comico accompagnato dal fantasma conviviale del padre, che lo ossessiona con i suoi terribili ricordi, e da una serie di personaggi da fumetto pop.
PERCHE’ VEDERLO: Per lasciarsi trasportare da un film divertente e toccante in cui riescono con garbo a equilibrarsi l’umorismo e il dramma della storia del popolo ebraico.

la-locandina-italiana-del-film-il-concerto-133227LUNEDI’ 24 MAGGIO – IL CONCERTO
IL CONCERTO è un film di Radu Mihaileanu del 2009, con Aleksei Guskov, Mélanie Laurent, Dmitri Nazarov, Valeri Barinov, François Berléand, Miou-Miou, Lionel Abelanski, Laurent Bateau, Anna Kamenkova Pavlova, Alexander Komissarov. Prodotto in Belgio, Francia, Italia, Romania. Durata: 120 minuti. Distribuito in Italia da Bim Distribuzione.
LA TRAMA: Andreï Filipov è il più grande direttore d’orchestra dell’Unione Sovietica e dirige la celebre Orchestra del Bolshoi. Ma viene licenziato all’apice della gloria quando si rifiuta di separarsi dai suoi musicisti ebrei, tra cui il suo migliore amico Sacha. Trent’anni dopo lavora ancora al Bolchoi, ma come uomo delle pulizie. Una sera Andreï si trattiene fino a tardi per tirare a lustro l’ufficio del direttore e trova casualmente un fax indirizzato alla direzione del Bolshoi: è del Théâtre du Châtelet che invita l’orchestra ufficiale a suonare a Parigi. All’improvviso Andreï ha un’idea folle: riunire i suoi vecchi amici musicisti che, come lui, vivono facendo umili lavori, e portarli a Parigi spacciandoli per l’orchestra del Bolshoi. È l’occasione tanto attesa da tutti di potersi finalmente prendere una rivalsa.
PERCHE’ VEDERLO: Per chi apprezza il tocco del regista Radu Mihaileanu, che riesce a inserire temi importanti in cornici dotate di grande umorismo e capaci di spunti di riflessione. Per chi vuole farsi trascinare, emozionandosi fino alla fine, dalla musica di Cajkovskij, che fa vibrare la storia del film e scuote l’animo dei suoi spettatori.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.