Consigli di lettura n. 2 / 2014

daniela.santroni | febbraio 7th, 2014 - 12:04
Book Caffè Primo Moroni – Via Quarto dei Mille 29 (PE)
Tel. 085.4429521
orari di apertura: dal martedì al sabato dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 21
La domenica pomeriggio aperto ogni 15gg

I consigli di lettura della settimana:

Le donne del signor Nakano di Kawakami Hiromi

Cosa vuole l’Europa? Di S. Zizek e S. Horvat

Io e la vita di D. Roques e A. Dormal

La mia mamma di Anthony Browne

In cerca del vento di Lindsey Yankey

Kawakami Hiromi “Le donne del signor Nakano” Einaudi 19€

La bottega del signor Nakano è un po’ speciale. Innanzitutto, come tiene a specificare il proprietario, «non è un negozio di antiquariato ma di roba vecchia»: soprammobili fuorimoda, ciotole usate, manifesti di epoche dimenticate, malinconici reperti di vite sconosciute che potete comprare per pochi spiccioli, oggetti particolari e scompagnati come, in fondo, sono gli uomini e le donne che girano intorno al negozio. A cominciare dal signor Nakano: eccolo lí, dietro la cassa, magrissimo, un berretto di lana calato sulla fronte e una certa qual debolezza per il fascino femminile. A dargli una mano ci sono due ragazzi, Takeo, tanto laconico da apparire misterioso, e Hitomi, una ragazza allegra e inquieta. I due giovani si studiano, s’innamorano, nasce un legame toccante e maldestro che sembra destinato a inciampare su ogni incomprensione. Ma anche Nakano e la sua romantica sorella Masayo devono affrontare le impreviste complicazioni che nascono dal desiderio. Sarà proprio Hitomi, e il suo sguardo curioso e sensibile, ad accompagnare il lettore attraverso la girandola di incontri e personaggi che ruotano intorno alla piccola, vivace bottega del signor Nakano. Sono vicende comuni quelle che ci racconta Kawakami Hiromi, con una delicatezza che nulla toglie alla profondità dei sentimenti, all’intensità di relazioni umane che iniziano quasi per caso e si sciupano senza che sia colpa di nessuno. Una scrittura soave e luminosa, pervasa da un sottile rimpianto per quello che poteva essere e invece non è stato, e al tempo stesso da un confortante calore umano. Perché tutti, almeno una volta, ci siamo detti: «Che cosa complicata è l’amore!»

Kawakami Hiromi è nata a Tokyo nel 1958. La cartella del professore (da cui Jiro Taniguchi ha tratto la graphic novel intitolata Gli anni dolci) è il suo primo romanzo pubblicato in Italia (Einaudi, 2011) e le è valso il prestigioso premio Tanizaki e la candidatura al Man Asian Literary Prize. Nel 2014 Einaudi ha pubblicato Le donne del signor Nakano.

p.s. La libreria Primo Moroni vi consiglia la splendida graphic novel di Jiro Taniguchi “Gli anni dolci” edita da Rizzoli Lizard e tratta proprio da un libro dell’autrice giapponese. Qui la scheda del libro.


S. Zizek, S. Horvat “Cosa vuole l’Europa?” Ombre Corte 14€

“Le società europee devono proteggersi contro la speculazione del capitale finanziario, l’economia reale deve emanciparsi dall’imperativo del profitto, il monetarismo e la politica fiscale autoritaria debbono finire, la crescita deve essere ripensata secondo il criterio dall’interesse sociale, va inventato un nuovo modello di produzione basato su un lavoro dignitoso, sull’espansione dei beni pubblici e sulla protezione dell’ambiente. Questa prospettiva, ovviamente, non è all’ordine del giorno delle discussioni dei leader europei. Spetta ai popoli, ai lavoratori europei, ai movimenti degli “indignati” imprimere il loro marchio al corso della storia, e impedire il saccheggio e la distruzione su larga scala” (Alexis Tsipras).

“Uno spettro si aggira per l’Europa – lo spettro della resistenza contro la scellerata negazione da parte delle élite europee che ci sia qualcosa di marcio nelle fondamenta del nostro continente. Zizek e Horvat, aiutati e incoraggiati nientemeno che dal leader del partito della sinistra radicale greca, animano questo spettro. Le pagine di questo libro risuonano della potente demolizione della propaganda orwelliana dell’Unione europea. I lettori che hanno a cuore l’Europa hanno il dovere di condividere l’energia degli autori, indipendentemente dal fatto di essere o meno d’accordo con loro” (Yanis Varoufakis).

“Il pazzo sloveno e un carismatico filosofo croato, affiancati dal più pericoloso politico greco, offrono un’analisi dello stallo europeo, in modo pungente, affascinante e amaramente acuto. Qualsiasi vero europeo che abbia a cuore la reale idea di Europa deve leggere questo libro” (Oliver Stone).

Slavoj Zizek è fra i più innovativi e carismatici pensatori del nostro tempo. Tra i suoi molti volumi: Il soggetto scabroso (Raffaello Cortina, 2003), Leggere Lacan (Bollati Boringhieri, 2009), Un anno sognato pericolosamente (Ponte alle Grazie, 2013), In difesa delle cause perse (Ponte alle Grazie, 2013). Per i nostri tipi: America oggi. Abu Ghraib e altre oscenità (2005);?Chiedere l’impossibile (2013).
Sreéko Horvat è un filosofo croato. È autore di After the End of History. From the Arab Spring to the Occupy Movement (Laika Verlag, 2013), un assiduo collaboratore di “The Guardian” ed è stato uno degli animatori del Subversive Festival.

Slavoj Zizek intervistato da Fazio a “Che tempo che fa”

D. Roques. A. Dormal “Pico Bogue. Io e la vita” Donzelli 15€

Graffiante come Mafalda, filosofico come i Peanuts, scanzonato come il Piccolo Nicolas: ecco a voi Pico, uno scapigliato sotto il metro di altezza alle prese con le domande chiave della vita. Checché ne dicano Mamma, Papà, la minuscola sorella AnaAna, e la sua banda di amici, l’ultima parola dev’essere sempre la sua. Impossibile resistere alla spiritosa non chalance con cui si aggira tra casa e scuola, compiti e vacanze, skateboard e bici, mare e città… le sue piccole certezze e le sue grandi domande si lasciano sempre dietro bocche spalancate e occhi penso si,che un attimo dopo si sciolgono in un sorriso o una sonora risata.

Anthony Browne “La mia mamma – Il mio papà” Donzelli 16€

La mia mamma poteva fare la ballerina oppure l’astronauta, poteva diventare una star del cinema o fare il capo. Ma invece fa la MIA mamma. Lei è una SUPERMAMMA. E mi fa ridere. Un sacco.

Il mio papà è grande come una casa e tenero come il mio orsetto. È forte come un gorilla e felice come un ippopotamo. Col pallone ai piedi è fantastico. E mi fa ridere. Un sacco.

Divertente e divertito,buffo e commovente, sognante e spontaneo è lo sguardo di ogni bambino o bambina che si posi sulla mamma e sul papà e che un grande autore racconta a colori in un libro spassoso – anzi due – dedicati a tutti i genitori. Mamma e papà sono gli eroi in vestaglia di queste pagine,alle prese con la vita di tutti i giorni. Grande o piccolo che sia,non c’è lettore che saprà resistere all’istinto di immedesimarsi,vuoi scivolando in quelle vestaglie a fiori o a scacchettoni, vuoi standosene a guardarle con gli occhi ingenui e schietti di quell’età che non conosce ancora altro innamoramento se non quello per Mamma e Papà. Ironiche e tenere,queste pagine da capovolgere e rigirare tra le mani diventano un gioco che tiene insieme grandi e piccoli (compresi quelli che non hanno mai smesso di esserlo).

Anthony Browne è un autore di libri illustrati tra i più prestigiosi al mondo. Ha pubblicato oltre cinquanta titoli tradotti in venti lingue, molti dei quali divenuti autentici classici del genere. È stato il primo autore inglese insignito dell’Hans Christian Andersen Award, cui ha affiancato il Kate Greenaway Award e il Kurt Maschler Award. Nel 2009 è stato nominato Children’s Laureate, la massima onorificenza inglese per gli autori di libri per ragazzi.
Una Favola per immagini di Anthony Browne. In inglese!

Lindsey Yankey “In cerca del vento” Donzelli 19,80€
Che fine ha fatto il vento?

È quello che si chiede un bel giorno un uccellino azzurro al risveglio, quando facendo capolino dal nido, si accorge che il suo migliore amico non c’è più. E come farò a volare, senza di lui? Si chiede l’uccellino blu, che mai prima di allora aveva spiegato le ali senza il suo compagno di giochi. Mi tocca andare a cercarlo, pensa, e così comincia a volare per la città. Sarà per caso nella piazza? Sbircia tra le sciarpe di una bancarella, ma quelle non si muovono neanche un po’, non un soffio di vento che le agiti. E se fosse al parco? Basta guardare le vele delle barche nel lago,ma niente, immobili, il vento non c’è. Meglio fare un salto alla finestra di Nonna Brooks – lei lascia sempre aperto uno spiraglio per dare aria al nipotino. Niente brezza, niente amico! Povero uccellino azzurro, sempre più triste finisce per posarsi sul palazzo più alto della città, ancora convinto di non saper volare senza il suo amico, ma ecco che si alza una brezzolina e il vento è lì, pronto ad accoglierlo e a fargli le feste per essere riuscito a…volare!
Lindsey Yankey vive e lavora in Kansas. Disegno, pittura e collage sono alla base delle sue illustrazioni; l’edizione Donzelli dei racconti di Edith Nesbit segna il suo esordio editoriale.

 

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.