Indierocket Festival X edizione

daniela.santroni | giugno 18th, 2013 - 10:40

IRF 2013 – 5/6/7 luglio

Parco Le Naiadi – Pescara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La buona notizia è che per un festival che rischiava di saltare (non per demeriti suoi, ovviamente), stavolta ci ritroviamo invece con ben due edizioni, la nona e la decima, che si svolgono a soli 6 mesi di distanza l’una dall’altra. E se la nona, quella del dicembre 2012, è stata itinerante nei club della città, la decima ritrova invece come location principale quel Parco Le Naiadi in cui il l’IndieRocket era già stato nel 2008 portando, per la prima volta in Italia dopo 30 anni, i Gang Of Four. Del resto il Parco dell’Ex Caserma di Cocco, all’interno del quale si svolsero le due edizioni memorabili del 2009 e del 2010, con quasi 20.000 spettatori complessivi, rimane ancora off limits a causa del veto inspiegabilmente posto dalla giunta Mascia. Ma tant’è, e per fortuna alcuni, come l’IndieRocket Festival, resistono nonostante tutto.
Si inizia il 5 luglio con Marco Mathieu che presenterà il suo libro “Il giorno del sole”, sviluppato in accordo e con il contributo dei membri storici del suo gruppo, i Negazione. Ospiti stranieri della serata sono i Die! Die! Die!, noise-pop punk dalla Nuova Zelanda, ronzii nella testa che costringono il corpo a scuotersi in maniera frenetica. I Fine Before You Came, capisaldi delle derive emozionali del postcore, calcheranno il palco insieme alle band destinate ad ereditare la loro grandezza: iGazebo Penguins, forti del successo del loro album “Raudo”, i Chambers e i The death of Anna Karina, che recentemente hanno dato alla luce uno split sanguigno e virulento. Ma la vera sorpresa della serata è la presenza dei Reiziger, band culto del postcore anni 90, che presenteranno il loro nuovo album “Kodiak station”. A conclusione della serata, il djset a cura di 2bePop presso lo stabilimento “La Lampara”.
Verso strade psichedeliche si orientano le scelte del 6 luglio. Filo conduttore con la serata precedente, il post punk onirico dei Soviet Soviet, nome di spicco tra le proposte italiane, ritmiche scure e pensieri ispirati ai Joy Division. Ad aprire le danze in un’insolita versione diurna del festival, i Sonic Jesus, ipnotica formazione laziale dalle influenze variegate, seguiti dai Brothers in law, che presenteranno il loro “Hard time for dreamers”, paradossale spensieratezza shoegaze. I Saroos, band che annovera al suo interno membri di Lali Puna, Tarwater e Iso68, delizieranno gli ascoltatori con dolcezza sci-fi e scosse elettriche da Berlino, con un live incentrato sul loro prossimo lavoro “Return”. Cambia il ritmo della serata con gli inglesi Galaxians, suoni sintetici e ballerini dall’universo (nu disco), che si sono guadagnati la loro ottima reputazione anche grazie ai loro concerti, energici e equiparabili a veri e proprio spettacoli, e Fabio Nirta con il suo “Get l’Oki® set”.
Si chiude il 7 luglio: a scaldare gli animi i warm up di CampetterRobert EnoRazzputin Crew nel pomeriggio, preludio di una notte di live dedicata alle contaminazioni sonore che comincerà con Givda, tracce melodiche minimal che infestano spazi tribali, e con i Flowers Or Razorwire, chill-wave liquida mescolata con influenze funk e pop, in attesa di Sinkane, eclettico progetto di Ahmed Gallab che accantona il proprio passato hardcore a favore di una raffinata e caleidoscopica mescolanza di ritmi che abbracciano la dance contaminata con krautrock, free jazz e blues.
Fedele al suo consolidatissimo stile musicale, l’IndieRocket Festival si conferma anche in questa edizione capace di sorprendere per la vivacità di una formula nella quale confluiscono, in perfetta sintonia, matrici musicali anche assai diverse tra loro. E rimane l’unico e l’ultimo baluardo di una scena musicale, quella regionale, che del sapore dei grandi festival europei ha poco o nulla.

Il Festival è organizzato dalle Associazioni Culturali IndieRocket, Skyline Lab e Movimentazioni con il contributo della Fondazione Pescarabruzzo e dell’Università G. d’Annunzio. All’interno del parco saranno presenti stand dedicati alla compravendita di dischi, la Libreria Primo Moroni, partner storico dell’evento, e un’area ristoro a cura del Sanacore per godere al meglio del festival.

Dal 5 al 7 luglio
Apertura cancelli ore 19:00
Pescara – Parco Le Naiadi
Prefestival: 23 giugno La Lampara / 28 giugno Lido Ippocampo
Biglietto per un giorno: 5 euro
Ingresso 3 Giorni + Tessera IndieRocket: 7 euro
Tesserati IndieRocket: ingresso a sottoscrizione libera

Il sito dell’IndieRocket Festival
L’IndieRocket Festival su facebook
L’IndieRocket Festival su twitter

 

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.