Doc Woman & Drink

daniela.santroni | febbraio 28th, 2013 - 16:59

L’associazione Movimentazioni e il Centro Margaret Fuller presentano

Marzo – Dedicato alle donne

Book Caffè Primo Moroni – Tutte le domeniche – h 19

Racconti di grandi donne – Doc Woman & Drink

 

Domenica 3 marzo – La satira

FRANCA – LA PRIMA di Sabina Guzzanti – ITA 56’

A seguire reading da “L’amore è poetica attesa” di Franca Valeri.

Legge Stefania Liberati.

Festeggiati da poco i novant’anni a modo suo, con una tournée nei teatri di tutta Italia e una biografia di successo, Franca Valeri, la più intellettuale delle attrici italiane, la prima donna comico in Italia e la prima commediografa allo stesso tempo, torna sugli schermi cinematografici grazie al documentario di Sabina Guzzanti, presentato allo scorso Festival del Film di Roma. Nato con l’ambizioso obiettivo di “far rimpiangere al pubblico la televisione di ieri”, il documentario sancisce il sodalizio di un duo inedito, capace al tempo stesso di far rivivere quella che è stata la tv del passato e confermare lo straordinario talento comico delle due attrici. La Guzzanti ha seguito l’attrice in tournée per raccogliere aneddoti dal vivo, conversazioni e ‘dietro le quinte’ che guardano con lucidità e ironia ai fatti del paese, oltre che alla carriera e all’attività presente e passata della grande artista milanese.  Un film che non si abbandona alla facile nostalgia ma ricorda al pubblico odierno l’età dell’oro della tv italiana, di cui la Valeri è stata incontrastata protagonista. La Guzzanti utilizza anche filmati d’archivio delle teche Rai. Così si parte dalla ripresa di Possesso, con un saluto ad Abraham Yehoshua, per passare poi alle gag dei Gobbi, alla memorabile Felicita Colombo, per approdare infine alle mitiche scene di Studio Uno. Tra risate e momenti di riflessione, un esilarante viaggio a cavallo tra la televisione degli anni sessanta e settanta e quella attuale; un viaggio che Franca Valeri ha voluto condividere con Sabina Guzzanti, che si presenta al pubblico sia come testimone, sia come possibile unica erede di un tale straordinario percorso artistico.

Vedi la presentazione: http://youtu.be/Vus3WPDyOiQ

Domenica 10 marzo – La poesia

ETERNAMENTE VIVO a cura di Arnoldo Mosca Mondadori di Daniele Pignatelli – ITA 30’

A seguire reading di poesie di Alda Merini.

Io non so come prende forma una poesia. Io prendo il fango della mia vita e mi sento un grande scultore.” Alda Merini

Un magnifico dvd inedito sul “fare poesia” di Alda Merini.

Chi era veramente Alda Merini? Come nascevano le sue poesie? La grande poetessa italiana è una delle figure più enigmatiche e affascinanti del nostro panorama letterario: nessuno scrittore ha nutrito con altrettanta umiltà e autenticità, attraverso le sofferenze dell’esistenza, la sua opera. Alda Merini viveva la poesia, prima ancora di scriverla. Per questo spesso “dettava” i suoi versi, non per autocompiacimento ma per un’insistente necessità interiore, un’ispirazione che poteva nascere in qualsiasi momento, come mostra il filmato accluso al libro. Il videoreportage di Pignatelli documenta con vivacità e delicatezza l’universo umano e poetico di Alda Merini, la sua quotidianità vissuta in mezzo alla gente, con semplicità e coerenza, lontana dal clamore dei media: gli istanti in cui cammina lungo i Navigli, o è in viaggio in auto, o incontra le persone con cui lavora, nella sua casa o per strada e improvvisamente dice i suoi versi … i. Il filo conduttore che lega le immagini è proprio il lavoro creativo, il suo dipanarsi, parola dopo parola, attraverso la voce indimenticabile della poetessa, con un ritmo e un tempo che nessuna pagina potrà mai restituire. Forse, sembra suggerisci questa testimonianza unica, altissima e commovente, è nell’oralità, e quindi nella relazione umana, e non nella mera scrittura, il segreto e il significato della poesia.

Trailer: http://youtu.be/tGF0JWC_9lw

Recensione del Corriere della sera: http://www.sperling.it/allegato/?tipo=REC&codSito=SK&codSoc=55&categObj=DOC&cod_allegato=4798&nvpic=rec_4798_recensione_su_corriere.pdf

Domenica 17 marzo – Il rock

PATTI SMITH DREAM OF LIFE di Steven Sebring – USA 109’

Quando dico rock’n’roll non voglio dire un gruppo che suona canzoni, dico di un’intera comunità che passa per il suono, il ritmo, lo scambio di energia. Una sorta di sentire comune. Il senso di essere insieme in qualcosa di unico. Non è una merdata hippie. Non mi interessa un mondo dove tutti cantano la la la la, ma credo che esista un futuro là dove tutti cominceremo a comunicare” Patti Smith

Nel 1995 un giovane fotografo di moda viene mandato a fotografare Patti Smith. Folgorato dal magnetismo della cantante, che non aveva mai incontrato prima, Steven Sebring ne diviene l’ombra, perso nell’ammirazione per Patti al punto di seguirla per dodici anni indebitandosi per poter realizzare quest’opera. La filma nel suo dream of life, nel suo essere artista completa, sul palco e nei backstage dei tour, nell’intimità del lavoro quotidiano, con i suoi compagni di viaggio Allen Ginsberg, William Burroghs, Sam Shepard, Bob Dylan. Si scopre una grande artista del Novecento guardando questo film. Non importa se si conoscono le sue canzoni a memoria, non serve aver comprato “allora” i suoi album. Anche chi non abbia mai sentito neppure una nota di Patti Smith, chi non conosca il suo spigoloso e sensuale corpo, il suo sguardo assorbente, la sua magnetica prossemica, la sua voce assertiva, entrerà fin dalla prima scena in un mondo artistico veramente unico. Questo è un film di Patti Smith, non solo su Patti Smith.

Trailer: http://youtu.be/8sJSLMPvSsk

Domenica 24 marzo – La Storia

Una serata per Elsa

Storie, pensieri, riflessioni a cura di Maristella Lippolis

Reading di Barbara Magliani

Nel 2012 è stato ricordato il centenario della nascita di Elsa Morante, figura di scrittrice e intellettuale tra le più grandi del nostro ‘900. Autrice di romanzi entrati a pieno titolo tra i capisaldi della nostra narrativa, oltre che di racconti, poesie e testi teatrali, è stata consegnata alla fama “popolare” dal romanzo La Storia. Pubblicato nel 1974 direttamente in edizione economica per sua esplicita richiesta, e ambientato a Roma tra il ’41 e il ’47, il romanzo è la sua opera più letta e più discussa. Fu accolto da critiche ostili da parte dell’establishment culturale dell’epoca,  raggiunse la tiratura di 600.000 copie, e poi fu sepolto dal silenzio. Oggi è scontato che si tratta di un’opera grande e toccante, ancora capace di coinvolgere, come sanno fare tutti i capolavori.

Video docrai: http://youtu.be/6m7NXaH67-Q

Pagina facebook: http://www.facebook.com/pages/Elsa-Morante/41871729316

Gli incontri prevedono l’aperitivo: 6 € non soci – 5 € soci

Per info e prenotazioni: 085.4429521 - movimentazioni_pe@email.it

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.