Gli imperdibili di febbraio

daniela.santroni | gennaio 28th, 2012 - 10:45

GLI IMPERDIBILI – rassegna di cinema d’autore
CINEMA S. ANDREA

Tutti i lunedì
h 16.40 – 18.40 – 21.15

Ingresso € 5
Ridotto soci € 4
Abbonamento soci € 12

Tessera soci 2012  € 5

Tel. cinema 085.4215797 – Tel. movimentazioni 085.4429521

Prima della visione potrai gustare gratuitamente un thé del commercio equo e solidale e un pezzo di torta casareccia!

LUNEDÌ 06 FEBBRAIO – UNA SEPARAZIONE


Una separazione (Jodaeiye Nader az Simin) di Asghar Farhadi con Peyman Moaadi, Leila Hatami, Shahab Hosseini, Sareh Bayat (drammatico/thriller, 123′, 2011, Iran, Sacher Distribuzione; Golden Globes 2012: Miglior film straniero; Berlino 2011: Miglior film della Competition, Orso d’oro ad Asghar Farhadi; Orso d’argento per la migliore attrice a tutto il cast di attrici e per il miglior attore a tutto il cast di attori; National Board of Review of Motion Pictures Awards (2011): Miglior film straniero; British Independent Film Awards (2011): Miglior Film Straniero Indipendente; The Los Angeles Film Critics Association Awards (2011): Migliore sceneggiatura; New York Film Critics Circle Awards (2011): Miglior Film Straniero)

Trama: Nader e Simin hanno ottenuto il visto per lasciare l’Iran ma Nader si rifiuta di partire e abbandonare il padre, affetto da Alzheimer. Simin vuole chiedere il divorzio per partire lo stesso con la figlia Termeh, e nel frattempo torna a vivere da sua madre. Nader assume una giovane donna, Razieh, per prendersi cura di suo padre mentre lui lavora, ma non sa che la donna, molto religiosa, non solo è incinta ma sta anche lavorando senza il permesso del marito. Nader si trova presto coinvolto in una rete di bugie, manipolazioni e confronti, mentre la sua separazione va avanti e sua figlia deve scegliere da che parte stare e quale futuro avere…

Perché vederlo: non lasciatevi ingannare dal fatto che ‘Una separazione’ sia un film iraniano, e quindi probabilmente una pellicola strettamente ‘di nicchia’, non facile e quindi non adatta a tutti i palati. ‘Una separazione’ riesce ad essere avvincente quasi come un thriller e intenso come un dramma, senza rinunciare ad un tocco di ironia e a raccontare gli aspetti più controversi dell’Iran.

LUNEDÌ 13 FEBBRAIO – SAGRÀSCIA


Sagràscia di Bonifacio Angius con Giuseppe Mezzettieri, Stefano Deffenu, Francesca Niedda, Daniele Marrosu (commedia, 71′, 2010, Italia, Distribuzione Indipendente)

Trama: in una Sardegna antica, ricca di ninna nanne e di filastrocche, dietro i profumi ed i colori di un’estate bruciata dal sole, Antoneddu, un bambino di dieci anni, cammina sulle strade ed i sentieri di un mondo magico, per raggiungere la chiesa del santo che gli ha “salvato la vita”, gli ha fatto “Sa Grascia”. Lungo il viaggio, i viottoli bianchi e polverosi sono popolati da personaggi dolci e bizzarri, da buffi vagabondi intrappolati in una realtà confusa e contraddittoria, dove il bene e il male si mescolano in un’armonia malinconica e surreale. Un miracolo, un santo, una nonna che prega, un funerale, Antonio che cade per le scale, una biglia, una mela, dove arriva la realtà oppure il sogno? E’ lontana la chiesa di Sant’Antonio? E soprattutto, chi è che sta sognando?

Perché vederlo: ambientato nell’antica Sardegna, Sagràscia – che in sardo vuol dire ‘la grazia’ – è incentrato sulla storia di un bimbo e sul suo percorso che fa per arrivare al santuario che gli ha concesso una grazia, salvandogli la vita. Per il piccolo Antoneddu il percorso sarà l’occasione di numerosi incontri surreali. Un film particolare, fortemente legato alla cultura sarda.

LUNEDÌ 20 FEBBRAIO – EMOTIVI ANONIMI


Emotivi anonimi (Les émotifs anonymes) di Jean-Pierre Améris con Benoît Poelvoorde, Isabelle Carré, Lorella Cravotta, Lise Lamétrie (commedia/romantico, 80′, 2010, Francia, Lucky Red)

Trama: Jean-René, proprietario di una fabbrica di cioccolato, e Angélique, cuoca di talento specializzata nella cioccolata, sono preda della loro emotività. La passione comune per il cioccolato li unisce. I due si innamorano l’uno dell’altra senza trovare il coraggio di confessare i reciproci sentimenti a causa della timidezza che li blocca, ma a poco a poco le cose cambieranno.

Perché vederlo: dedicato a chi non vuole perdersi un film all’insegna della dolcezza i cui ingredienti principali sono una buona dose di ironia, impastata con tantissima sensibilità, una generosa cucchiaiata di sentimenti, e una bella spolverata di cioccolato. Una commedia francese in cui i protagonisti, pur avendo tante cose in comune, fanno fatica a dichiararsi a causa della loro timidezza.

Curiosità: Esiste davvero dagli anni ’70, prima negli Stati Uniti e poi in Europa, un’associazione detta Emotivi Anonimi. Il loro programma si suddivide in dodici tappe molto simili a quelle degli Alcolisti Anonimi; gli incontri sono a cadenza settimanale e lo scopo è quello di imparare a convivere con le proprie emozioni e ritrovare un equilibrio emotivo.

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO – AGUASALTASPUNTOCOM – UN VILLAGGIO NELLA RETE


Aguasaltaspuntocom – Un villaggio nella rete (Dot.com) di Luís Galvão Teles con João Tempera, María Adánez, Marco Delgado, Isabel Abreu, Margarida Carpinteiro (commedia, 103′, 2007, Brasile/Portogallo, Kitchen Film)

Trama: Aguas Altas, un piccolo villaggio in Portogallo, è felice di entrare nel 21° secolo con l’apertura di un proprio sito web. A Madrid, una multinazionale ha registrato lo stesso dominio per il lancio sul mercato di una nuova acqua minerale. Quale futuro si prospetta per il piccolo centro: pagare i 500.000 euro che l’azienda ha richiesto come risarcimento o chiudere il sito? Questa sfida si trasformerà rapidamente in un circo mediatico, dove gli abitanti di questo piccolo borgo si troveranno costretti a difendere il loro sito web in nome del loro villaggio. Se da una parte gli abitanti sono praticamente all’oscuro di cosa sia veramente internet, dall’altra il loro prete si spinge fino ad affermare che se Gesù fosse vivo, avrebbe avuto un proprio sito.

Perché vederlo: Una simpatica commedia portoghese incentrata sul tema dello scontro sociale tra un piccolo paesino del Portogallo e una multinazionale spagnola, produttrice di acque minerali, che si ritroveranno a darsi battaglia a causa di un dominio web. Riusciranno i nostri eroi portoghesi a spuntarla contro il ‘nemico’ spagnolo?

 

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.