Consigli di lettura n. 2 Novembre 2011

daniela.santroni | novembre 23rd, 2011 - 09:17

Book Caffè Primo Moroni – Via Quarto dei Mille 29 (PE) – Tel. 085.4429521
dal 5 dicembre all’8 gennaio aperto con orario continuato tutti i giorni dalle 08.00 alle 21.00 (chiuso il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio)

I consigli di lettura della settimana:
1Q84
di Murakami Haruki
Diario di un senza fissa dimora di Marc Augé
Il vino in Italia di Slawka G. Scarso
Habibi di Craig Thompson
Il sospiro di Marjane Satrapi

Murakami Haruki “1Q84”
Aomame è spietata e fragile. È un killer che in minigonna e tacchi a spillo, con una tecnica micidiale e impalpabile, vendica tutte le donne che subiscono una violenza. Tengo è un ghost writer che deve riscrivere un libro inquietante e pericoloso come una profezia.
Entrambi si giocano la vita in una storia che sembra destinata a farli incontrare. Ma quando Aomame, sollevando gli occhi al cielo, vede sorgere una seconda luna, capisce che non potranno condividere neppure la stessa realtà.
Mai come in 1Q84 Murakami ha esplorato le nostre ossessioni per dare vita a un mondo così personale, onirico e malinconico.
Accolto in Giappone come il suo capolavoro, 1Q84 è un romanzo che contiene universi.

Murakami Haruki
è nato a Kyoto nel 1949 ed è cresciuto a Kobe. È autore di molti romanzi, racconti e saggi e ha tradotto in giapponese autori americani come Fitzgerald, Carver, Capote, Salinger. Con La fine del mondo e il paese delle meraviglie Murakami ha vinto in Giappone il Premio Tanizaki. Einaudi ha pubblicato Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Underground , Tutti i figli di Dio danzano, Norwegian Wood (Tokyo Blues), L’uccello che girava le Viti del Mondo, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Kafka sulla spiaggia, After Dark, L’elefante scomparso e altri racconti, L’arte di correre, Nel segno della pecora, I salici ciechi e la donna addormentata e 1Q84.




Marc Augé “Diario di un senza fissa dimora”
Negli ultimi anni, è comparsa una nuova categoria di persone: questi soggetti hanno un lavoro ma lo stipendio non consente loro di pagare un affitto e dunque sono spinti per strada. Vivono dove possono, vagano da un luogo all’altro, dormono nella loro macchina.
Il grande etnologo Marc Augé, che dà qui prova anche di un talento letterario, immagina la vita di uno di questi “vagabondi”, gli effetti distruttivi prodotti dalla perdita di punti di riferimento spazio-temporali. Inventando un genere, l’etnofiction, l’autore utilizza la forma del racconto per evocare un fatto sociale: il suo eroe, un medio funzionario messo in difficoltà da due divorzi e dall’aumento degli affitti, potrebbe non essere così diverso da tutti noi…

Marc Augé, etnologo e scrittore, è stato presidente dell’École des hautes études en sciences sociales dal 1985 al 1995. Tra i molti testi tradotti in italiano, Un etnologo nel metrò (Eleuthera, 1995) e Non luoghi (Eleuthera, 1996).




Slawka G. Scarso “Il vino in Italia”
Un viaggio nell’Italia del buon gusto alla scoperta dei tesori del sapore nascosti in un bicchiere di vino

Raccontare il vino significa mettersi in viaggio, per esplorare le zone di produzione più belle e interessanti ma, soprattutto, per dare voce a chi produce la bevanda italiana per eccellenza. Perché la bellezza del vino sta proprio nelle tante avventure che si possono trovare dentro a un bicchiere, storie di passioni capaci di infondere una personalità indimenticabile ad ogni etichetta. Dalla Valtellina alla Basilicata, dall’Alto Adige alla Sicilia, Il vino in Italia contiene tutti i riferimenti utili per andare in cantina, farsi una passeggiata in mezzo ai filari e, magari, per spillare un bicchiere direttamente dalla botte che lo contiene. Per ogni zona vinicola sono stati scelti i produttori più rappresentativi, quelli in grado di abbinare l’eccellenza nella manifattura a una grande cultura dell’accoglienza. Il tutto è completato da aneddoti storici, dritte su cosa è indispensabile degustare e, naturalmente, da indicazioni utili su dove mangiare e dormire. Perché il turismo enologico è tutto questo insieme: vino, cibo, cultura e territorio. Il vino in Italia è una guida adatta a tutti, pensata per il semplice appassionato così come per l’esperto, un libro che farà da bussola agli amanti della degustazione in giro per lo stivale, o permetterà loro di viaggiare direttamente da casa, seduti comodamente in poltrona, accompagnando la lettura a un buon bicchiere di vino.

Slawka G. Scarso   Consulente di comunicazione enogastronomica e docente di marketing del vino presso la LUISS Business School. Diplomata sommelier AIS, ha collaborato a numerose testate specializzate, tra cui “Bibenda”, “Duemilavini”, “Bargiornale”, “Tigulliovino” e “Identità Golose”. Dal 2005 cura il blog marketingdelvino.it. Per Castelvecchi ha pubblicato nel 2010 la narra guida Il vino a Roma.




Craig Thompson “Habibi”
Sette anni di lavorazione e di febbrile attesa da parte dei lettori; sette anni di ispirazione, di sudata documentazione, di crescita e maturazione; sette anni di gestazione per un’opera ancor più trascinante, commovente, universale dell’indimenticabile Blankets. Ispirato alla cultura, alla calligrafia e alla mitologia islamica., Habibi (letteralmente “mio amato”) è la struggente storia di Dodola, schiava in un mondo di uomini, e di Zam, orfano che nella ragazza – e nelle storie con cui lei lo crescerà – troverà un amore assoluto, viscerale, indispensabile: un sentimento ricambiato, che legherà a doppio filo le vite dei due protagonisti incatenando il lettore dalla prima all’ultima pagina di questo romanzo di sconvolgente bellezza.

Craig Thompson (1975, Traverse City, Michigan) ha debuttato nel mondo del fumetto nel 1999 con Addio Chunky Rice, che gli vale subito un Harvey Award. Il 2003 è l’anno di Blankets, pluripremiato agli Eisner, agli Harvey e agli Ignatz Awards. Vive a Portland, in Oregon.




Marjane Satrapi “Il sospiro”

Dall’autrice di Persepolis, un racconto che affonda le radici nel ricchissimo patrimonio favolistico persiano: in una coedizione internazionale, una fiaba allegorica sull’amore, quello eterno, che sconfigge ogni dolore e ogni inganno.

Marjane Satrapi è nata a Rasht, Iran, nel 1969. A quattordici anni, dopo l’infanzia passata a Teheran, si è trasferita a Vienna per sfuggire all’oppressione del regime dittatoriale degli ayatollah. Dal 1994 vive in Francia, dove lavora come autrice e illustratrice e collabora a numerosi giornali e riviste. Per Lizard ha pub-blicato, oltre a Taglia e cuci, i quattro volumi del romanzo a fumetti Persepolis, da cui è stato tratto l’omonimo film di animazione distribuito in libreria da Bur 24/7.

 

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.